San Mattia, la rivincita del panchinaro

Mattia è un discepolo convocato dalla panchina, quando un titolare -Giuda Iscariota il traditore di Gesù- ha preso un enorme cartellino rosso ed è uscito di scena, impiccandosi.

Lo strano caso del caso

Possiamo dirci che provengono dal caso (eventualmente dalla sfiga, dalla botta di fortuna, dalle coincidenze) o pensare che quello che accade fa parte di un preciso disegno.

Trovare la propria vocazione

Io vedo un grande pericolo in un mondo che cerca di convincerci ad abbandonare la nostra vocazione e a dedicarci a tutt’altro

Riflessioni sulla benedizione di amare (Simona Arcidiacono)

È stato un cammino lungo, qualche volta amareggiati perché siamo stati derisi. Siamo stati incompresi per aver lasciato le nostre certezze e abitudini per mettere tutto nelle mani di un giovane falegname esperto in pesca, una pesca particolare una pesca che nutre la nostra anima.

Il concerto del primo maggio

Si fatica a riconoscere quell’evento storico, nell’edizione di quest’anno. Definirla in tono minore è generoso.
A un certo punto, una delle conduttrici, la più originale, ha fatto un discorso. Anzi, lo ha letto. E finalmente ho trovato qualcosa di vagamente interessante. Ve lo riporto, così non rischio di citarlo imprecisamente.

Sant’Atanasio, il trionfo della verità

Oggi la chiesa celebra la memoria di San Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa, vissuto nel IV secolo. Atanasio ha attraversato uno dei periodi più burrascosi del cristianesimo antico.

Chi trova un amico…

Un mio amico svedese crede che la giovialità degli italiani, e in particolare dei meridionali, sia una strategia di sopravvivenza. Lui sostiene che, vista l’inefficienza di molte delle nostre istituzioni, l’unico modo di cavarsela sia avere una rete sociale che ti venga incontro.

Dio ci salvi dalle riunioni

Di come le riunioni siano diventate la più colossale perdita di tempo delle nostre vite, lavorative e non solo.

Un popolo in cammino (di Simona Arcidiacono)

siamo nel mezzo del cammino che ci fa vivere appieno la gioia dell’incontro con il Cristo Risorto. L’ avete incontrato? L’avete riconosciuto accanto a voi per le strade di Emmaus?

San Marco evangelista

Oggi si celebra San Marco evangelista, uno dei primi santi e l’autore di uno dei quattro vangeli canonici. Cosa sappiamo di lui? In verità molto poco. Marco scrive di Gesù, ma non inserisce, nel testo evangelico, nemmeno un riferimento diretto a sé stesso, una nota biografica o una qualunque informazione che ci parli della sua vita.

San Giorgio e il principe azzurro

per salvare sé stessi dall’egoismo, è necessario aprirsi all’altro. E l’immagine di un cavaliere senza macchia e senza paura che rischia la vita per proteggere una donna, è quanto di più romantico si possa immaginare, in un mondo in cui non esiste davvero più nulla di gratuito. E’ lui il principe azzurro, anche se non ha un cavallo, e nemmeno un’armatura. Magari indossa un cappotto e guida una city car.